Panzer tedesco re del «Jockey» Dettori solo terzo

da Milano

Schiaparelli, monumentale sauro tedesco, si è aggiudicato alla maniera forte il gran premio del Jockey Club, corsa faro dell’autunno milanese disputata in un ippodromo di San Siro tirato a lucido, davanti a più di 12mila spettatori. Come un autentico panzer tigre, Schiaparelli sin dal primo metro della corsa ha messo in funzione a pieno regime i cingoli (pardon, le zampe) assumendo il comando per controllare la corsa in ogni momento. Ha provato a mettere in discussione il risultato il campione uscente Laverock, montato da Frankie Dettori, tentando di agganciare il tedesco a 300 metri dal palo, ma il cavallo della scuderia più importante del mondo ha pagato l’ardire perdendo anche il posto d’onore carpitogli dal francese Champs Elysees, autore di un gran finale anche se tardivo. Nel gran criterium nessun problema per l’inglese Scintillo che ha controllato con sicurezza Gladiatorius con in sella Dettori, mentre l’italiano Farrel ha concluso al terzo posto perdendo così la propria imbattibilità.