Paolo Quinzi, pittore poeta che celebra il mistero

Paolo Quinzi, milanese, 1953. Pittore e poeta, il suo percorso può sintetizzarsi nel motto di S. Bonaventura: l'arte, la bellezza è espressione dell'impressione ricevuta dal Mistero. Frequenta il maestro Erminio Poretti da cui apprende le tecniche classiche di disegno e colore. Preferisce esporre negli spazi privati dove le opere già vivono in un contesto non asettico: ultima mostra «Creature nascenti» Milano, 2007. Gli esordi, segnati anche dalla frequentazione di Giovanni Testori, lo impegnano nella scrittura teatrale e nella recitazione, cui torna nel 2007 con una riduzione a monologo del Bariona di Sartre. La sua arte si alimenta nel rapporto con la moglie Paola, con i figli e gli amici, perché «la solitudine è una compagnia fuorviante». Dà spazio al proprio lirismo anche con la poesia. Pubblicazioni su Tempi, Arte e quotidiani.