Paolo Rossi: «Datemi un teatro»

Paolo Rossi è stanco, i capelli sono diventati grigi - l’altezza no, è rimasta la stessa, direbbe lui - e la voglia di girare viene meno. L’attore, Ambrogino d’oro nel 2004 - «purtroppo mio figlio l’ha fatto sparire, giocando» - ha voglia di fermarsi e di «mettere le radici». Per questo sta cercando un teatro in cui produrre spettacoli, portare avanti i suoi laboratori di teatro popolare, insegnare alle nuove leve. Il comico, che non ama chiedere - «non ho mai chiesto nulla e non mi piace chiedere», l’anno scorso, diciamo, l’aveva «buttata lì» all’assessore alla Cultura Vittorio Sgarbi, che gli aveva proposto il teatro Ringhiera di via Boifava, ma a Rossi non era piaciuto.
La voglia di fermarsi, però, è più forte della reticenza: l’artista potrebbe riprovarci con il sindaco, che ha assunto ad interim le deleghe alla Cultura. (...)