Papà Bill Gates: «Mia figlia al computer non più di 45 minuti»

da Ottawa

Suo padre sarà anche l'uomo più ricco al mondo grazie all'informatica, ma questo non significa che la figlia di Bill Gates sia autorizzata a passare tutto il giorno al computer. Anzi, papà Gates sembra piuttosto severo quando si tratta dell'educazione della sua primogenita che ha dieci anni: non può passare più di tre quarti d'ora al giorno davanti ai videogiochi.
Fino all'anno scorso la piccola non era una fanatica di internet e dei pc in generale, ha raccontato Gates durante una conferenza a Ottawa, poi però ha iniziato a frequentare una scuola in cui gli studenti vivono praticamente attaccati a uno schermo e tutto è cambiato. «È diventata un'accanita utilizzatrice e ha scoperto moltissimi videogiochi, compreso uno di Xbox 360 (la console di Microsoft, ndr) che si chiama Viva Pinata, in cui ci si prende cura del proprio giardino», ha spiegato.
La piccola Gates era arrivata a passare due o tre ore al giorno con Viva Pinata e a quel punto i genitori le hanno messo un freno. Insieme con la moglie Melinda, il fondatore di Microsoft ha deciso che la figlia può stare al computer al massimo 45 minuti nei giorni di scuola e un'ora nel fine settimana, più il tempo necessario per i compiti.
Pare che a quel punto sia intervenuto l'altro figlio della coppia che ha chiesto: «Queste limitazioni andranno avanti per tutta la vita?». Il padre non si è scomposto e ha replicato: «No, quando te ne andrai di casa potrai decidere da te».
La sua «testimonianza femiliare» è servita a Gates per promuovere la bontà del suo nuovo sistema operativo Vista, che consente ai genitori di controllare quali siti internet i figli visitino e con chi chattino.
secondo quanto riportato dal sito canadese Canada.com, la regola di buon senso instaurata da papà Gates non riguarderebbe solo la figlia Jennifer di 10 anni, ma pure il secondogenito Rory, 8 anni: la regola, è che i figli di Gates possono giocare ai videogiochi 45 minuti nei giorni della settimana e al massimo un'ora durante i weekend.
L'aneddoto raccontato dal fondatore di Microsoft è stato accolto con le risate del pubblico: 450 i presenti, che hanno pagato 150 dollari per ascoltare il discorso di Gates ul futuro della tecnologia, e su altri temi inerenti ai suoi impegni di filantropo.