Il papà delle lampade Artemide è cavaliere

Quattro milanesi tra i 25 «lavoratori doc» nominati da Napolitano: premiata Maria Giovanna Mazzocchi, presidente di Domus Editoriale

Ci sono anche quattro milanesi tra i nuovi Cavalieri del lavoro. Ieri il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha firmato i decreti di nomina per 25 cittadini italiani, e tra loro ci sono Raffaella Braga Radice, Giannantonio Brugola, Ernesto Gismondi e Maria Giovanna Mazzocchi. Istituita nel 1901, l’onoreficenza viene conferita ogni anno in occasione della Festa della Repubblica a chi si è distinto nei cinque settori dell’agricoltura, dell’industria, del commercio, dell’artigianato e dell’attività creditizia e assicurativa. «É un appuntamento fondamentale del nostro Paese - ammette il presidente della Federazione nazionale dei Cavalieri del lavoro, Benito Benedini -, non solo per i valori che celebra ma anche perchè offre uno stimolo e un impegno forte al rilancio e alla crescita dell’economia italiana».
Raffaella Braga Radice, nata a Milano 68 anni fa, è presidente della Sessa Marine srl, azienda che conta circa trecento dipendenti e produce dal ’69 imbarcazioni fuoribordo in vetroresina con l’omonimo marchio. Dal 1988, con l’acquisizione di Fyberstamp Industria, si è specializzata nella costruzione di scafi da diporto di grandi ed è arrivata a produrre ogni anno oltre mille imbarcazioni da diporto, e da un paio di anni è presente anche sul mercato della nautica Usa.
Un altro milanese conosciuto negli Stati Uniti è Giannantonio Brugola, 66 anni, presidente della Brugola Industriale fondata nel 1926 da Egidio Brugola, inventore della omonima vite. L’azienda, con 250 dipendenti, ha quattro stabilimenti in Italia e centri logistici in Usa e in Europa, con i quali rifornisce i produttori automobilistici mondiali. Il 98 per cento del fatturato è realizzato sui mercati esteri.
Da ieri può vantare il prestigioso titolo di Cavaliere del Lavoro anche Ernesto Gismondi, il presidente del celebre marchio Artemide, leader del design e del made in Italy nel settore degli apparecchi di illuminazione. L’azienda, da lui fondata oltre 40 anni fa, ha realizzato prodotti di grande successo e di avanguardia per forme e tecnologia. Alle proprie dipendenze conta oltre 750 addetti.
Il presidente Napolitano ha nominato un’altra donna milanese, Maria Giovanna Mazzocchi, 61 anni. Si tratta della presidente e consigliera delegata di Editoriale Domus, che pubblica 17 periodici. Il più importante è Quattroruote, con quasi 500mila copie vendute, rivista di riferimento nel settore e con la più ricca banca dati multimediale nel mondo dell’auto.
Tra le altre riviste storiche come non ricordare Domus, una delle prime e più importanti per gli appassionati di architettura e arredamento italiano, e il Cucchiaio d’Argento cui si sono aggiunte nel tempo Volare, Meridiani o Ruoteclassiche.