Il Papa: "Buone vacanze Italia, il mio cuore è con chi non può partire"

Papa Benedetto XVI, che domani partirà per un periodo di riposo a
Bressanone in Alto Adige, ha augurato agli italiani che si trovano in
vacanza "giorni sereni" di distensione fisica e spirituale; tuttavia un
particolare saluto lo ha rivolto a chi invece non potrà concedersi il
lusso della pausa estiva

Castelgandolfo (Roma) - Papa Benedetto XVI, che domani partirà per un periodo di riposo a Bressanone in Alto Adige, ha augurato agli italiani che si trovano in vacanza "giorni sereni" di distensione fisica e spirituale; tuttavia un particolare saluto lo ha rivolto a chi invece non potrà concedersi il lusso della pausa estiva, ai malati, ai carcerati, agli anziani, alle persone sole o costrette a soffrire il caldo delle città. L'Angelus domenicale di oggi, recitato dal balconcino che si affaccia sul cortile interno di Castelgandolfo, residenza pontificia estiva, è stata la prima uscita pubblica del Papa dopo il lungo viaggio in Australia (dal 12 al 21 luglio) per la XXIII Giornata Mondiale della Gioventù. Ratzinger, apparso riposato e rinfrancato, ha parlato della sua "straordinaria esperienza" a Sydney. "Mi è stato dato - ha detto - di incontrare il volto giovane della Chiesa: era un mosaico multicolore, formato da ragazzi e ragazze provenienti da ogni parte della terra, tutti riuniti dall'unica fede in Gesù Cristo".

Incontri come quelli delle Giornate Mondiali della Gioventù - ha ancora osservato Ratzinger - formano le tappe di un grande pellegrinaggio attraverso il pianeta, per manifestare come la fede in Cristo ci renda tutti figli dell'unico Padre che è nei cieli e costruttori della civiltàdell'amore". I numerosi pellegrini e turisti provenienti da tutto il mondo e accalcati nel cortile della residenza pontificia hanno dato lo spunto al papa per gli auguri di buone vacanze, prima in alcune lingue nazionali e poi in italiano. "Rivolgo - ha detto all'Italia - un saluto a quanti si trovano nelle località di villeggiatura, augurando loro di trascorrere giorni sereni di proficua distensione fisica e spirituale. Non dimentico però - ha aggiunto - quanti invece non possono beneficiare di un tempo di riposo e di vacanza: penso ai malati negli ospedali e nelle case di cura, ai carcerati, agli anziani, alle persone sole e a coloro che trascorrono l'estate nel caldo delle città". "A ciascuno - ha concluso - assicuro la mia affettuosa vicinanza e un ricordo nella preghiera". A Maria, il Papa ha infine affidato il suo "periodo di riposo che trascorrerà da domani all11 agosto a Bressanone in Aldo Adige.