Il Papa: «Felice per la promozione della Juve in A»

«Dobbiamo telefonare subito al cardinale Bertone - dice il Papa al suo segretario don Georg dopo la vittoria della Juve sull’Arezzo - per congratularci per la Juve promossa in A». O Benedetto XVI che durante il recente viaggio in Brasile evoca la telecronaca di Bertone da Marassi per la partita Sampdoria-Juve, nel 2004. O Bertone, venerdì per telefono, a Del Piero: «L’anno prossimo, mi raccomando, mi aspetto grandi soddisfazioni dalla Juve». Sprazzi di calcio visti dai sacri palazzi, raccontati dal cardinale Tarcisio Bertone ai microfoni di Radio vaticana e dalla Gazzetta dello Sport. Una conversazione amichevole tra il segretario di Stato e il presidente onorario della Juve, Giampiero Boniperti, accomunati dalla stessa passione. Fa gli onori di casa il direttore di Radio vaticana e della sala stampa del Papa, padre Federico Lombardi, che essendo di fede granata si è forse sentito in minoranza, confessa di tifare Toro e Boniperti replica: «Nessun problema. Comunque di dispiaceri gliene ho dati tanti». La chiacchierata, che l’emittente pontificia trasmetterà lunedì in «Non solo sport», si snoda non solo davanti ai microfoni, ma comincia nell’atrio e prosegue in ascensore e in corridoio prima di raggiungere gli studi di registrazione.