Il Papa: "I piromani? Sono criminali contro l'umanità"

Benedetto XVI condanna i responsabili dei roghi: "Non si può non essere preoccupati per
chi mette a rischio l’incolumità delle persone&quot;. <strong><a href="/a.pic1?ID=202392">In 7 anni 2.641 denunce</a></strong>

Città del Vaticano - Benedetto XVI ha espresso questa mattina, al termine dell’udienza generale, la propria condanna per il comportamento irresponsabile e criminale di quanti appiccando gli incendi mettono a rischio l’incolumità delle persone e distruggono il patrimonio ambientale. "In questi giorni - ha detto il Papa - alcune regioni geografiche sono devastate da gravi calamità: mi riferisco alle inondazioni in alcuni Paesi orientale, come pure ai disastrosi incendi in Grecia, in Italia e in altre nazioni europee. Davanti a così drammatiche emergenze - ha proseguito il pontefice - che hanno causato numerose vittime e ingenti danni materiali, non si può non essere preoccupati per l’irresponsabile comportamento di taluni che mettono a rischio l’incolumità delle persone e distruggono il patrimonio ambientale, bene prezioso per l’intera umanità". Il Papa si unisce quindi a quanti "stigmatizzano tali azioni criminose" e invita a pregare per le vittime della tragedia.