Papa (Pdl) «Intercettazioni in Italia peggio che nella Ddr»

Intercettazioni, un’anomalia tutta italiana. Con 5 milioni di persone sottoposte a intercettazioni, e nella stragrande maggioranza non perché indagate ma per avere contatti con indagati. Va all’attacco Alfonso Papa, deputato e membro della Consulta del Pdl e difenendo il provvedimento sulle intercettazioni proposto dalla maggioranza afferma: «Ha ragione Berlusconi quando evoca il film Le vite degli altri e l’esperienza della Ddr, ma con una differenza: quello era uno Stato di polizia, da noi l’uso strumentale delle intercettazioni serve solo a distruggere le vite degli altri».