Il Papa: "Più impegno per debellare l'Aids"

Nuovo appello di Benedetto XVI all'Angelus, ricordando che il 1
dicembre prossimo ricorre la Giornata mondiale contro l'Aids, che,
"moltiplicando e coordinando gli sforzi, si giunga a fermare e
debellare questa malattia"

Città del Vaticano - Nuovo appello di Benedetto XVI all'Angelus, ricordando che il 1 dicembre prossimo ricorre la Giornata mondiale contro l'Aids, che, "moltiplicando e coordinando gli sforzi, si giunga a fermare e debellare questa malattia". "La Chiesa - ha aggiunto - non cessa di prodigarsi per combattere l'Aids, attraverso le sue istituzioni e il personale a ciò dedicato". "Il mio pensiero e la mia preghiera vanno ad ogni persona colpita da questa malattia - ha detto ancora il Papa riferendosi alla Giornata mondiale contro l'Aids che ricorrerà il prossimo martedì, primo dicembre - in particolare ai bambini, ai più poveri, a quanti sono rifiutati". "Esorto tutti - ha concluso - a dare il proprio contributo con la preghiera e l'attenzione concreta, affinché quanti sono affetti dal virus Hiv sperimentino la presenza del Signore che dona conforto e speranza".