Paradossi e favole sull’anima delle donne

Caro Granzotto, ho letto di quanto raccontato da Berlusconi alla convention di Montecatini, vale a dire del cappellano di Arcore, don Rossi, che in una omelia affermò che al Concilio di Trento soltanto per cinque voti passò l’enunciato che le donne avessero un’anima. Ma per quanto mi risulta non mi sembra che a Trento si fosse affrontato un tema così stupido, né che mai la Chiesa avesse messo in dubbio che le donne avessero un’anima. Che pasticcio è, lei ne sa qualcosa?