La paranza? Si balla anche in città

E per chi vuole gustare i sapori del mare in città? Ha da poco festeggiato un anno di attività Acquolina (via Serra 60; 063337192): piatti diversi ogni giorno perché - è la filosofia del locale - «al mare si pesca, non si fa la spesa». Tradizione e fantasia si fondono nelle proposte degli chef Giulio Terrinoni e Angelo Troiani. Bandito solo il tonno per protestare contro la sua pesca indiscriminata. Al 59 (via Brunetti 59; 063219019) rivisitazioni mediterranee, dal millefoglie di rombo e pasta fillo con cialda di melanzana al padellotto di baccalà con uva passa, cipolla rossa e nocciole di patate al rosmarino. Misto di pannocchie e gamberi al vapore, paccheri con rana pescatrice e fiori di zucca, coda di rospo in guazzetto tra le specialità dell’Antico Porto (via Cesi 36; 063233661). Pesce edolce vita da Aurora 10, poco distante da via Veneto (via Aurora 10; 06484747) con portate marinare e rimandi siciliani. Da Benito e Gilberto atmosfera familiare e ambiente curato fanno da cornice a portate di pesce, crudi e ostriche (via del Falco 19; 066867769). Sushi bar e cucina di mare multietnica da F.I.S.H. - acronimo di fine international seafood house - (via dei Serpenti 16; 0647824962). Crudi, ostriche, pesce marinato o all'acqua pazza da Ostriche a Colazione (via dei Vascellari 21; 065898896). Classico l’appuntamento con sushi, ostriche e una grande varietà di pesce da Riccioli (piazza delle Coppelle 10; 0668210313). Monteforte ai Coronari (via dei Coronari 180; 0668134055) e Alberto Ciarla (piazza San Cosimato 40; 065818668) garantiscono un’atmosfera romantica per cene a lume di candela. Ovviamente al sapore di mare.