Parcheggi bloccati: il Comune ne libera sessanta

Pool di assessori per portare avanti i cantieri. A settembre una nuova ondata di progetti

Via libera per altri tredici parcheggi dopo i tre della scorsa settimana, nominati i collaudatori per ventuno già terminati, trentasette in fase di realizzazione per cui saranno rigorosamente controllati i tempi di chiusura e altri trentaquattro per cui Palazzo Marino ha già inviato oggi una lettera di sollecito ai concessionari. Tre giorni di tempo per presentare tutta la documentazione, pena la revoca della concessione. Progetti sbloccati da Letizia Moratti, ma anche una brusca virata sull’organizzazione dei lavori. All’assessore ai Trasporti Edoardo Croci, infatti, sono stati affiancati Bruno Simini (Lavori pubblici) e Carlo Masseroli (Sviluppo del territorio). «Sono molto contento - le parole di Simini - di occuparmi insieme ai colleghi di un tema così decisivo per la qualità della vita dei milanesi». Nessuna delega tolta a Croci, dunque, ma un evidente spostamento delle competenze con Simini che guiderà l’area tecnica impegnata nelle realizzazioni. «Non è un commissariamento delle mie funzioni - si difende Croci -, solo una proficua collaborazione per coordinare al meglio l’attività di controllo. Organizzeremo meglio le tempistiche, il monitoraggio dei cantieri, le comunicazioni ai cittadini e le riqualificazioni in superficie».
La sfuriata di Letizia Moratti nella penultima giunta, dunque, ha già prodotto i suoi primi effetti. Ieri mattina, davanti agli assessori nuovamente riuniti, Croci ha finalmente presentato il dossier con la situazione. Numeri, indirizzi e soprattutto fase di avanzamento dei 152 interventi più croce che delizia dei milanesi. Evidente l’accelerazione imposta dal sindaco che ai soli tre progetti approvati lo scorso lunedì, ieri ne ha aggiunti altri tredici a cui è stato concesso il «parere positivo alla procedura del riesame». Tra questi rivisti e promossi Rio de Janeiro, piazza Bernini, via Monte Velino e via Rancati. A completare la lista via Assietta/Cervi, via Avezzana/Boncompagni, via Butti/Guerzoni, via Celio, via Maffei, via Mecenate/Salomone, via Montemartini, via Orsini/Cogne, via Primaticcio/Legioni romane. Altri ventuno progetti sono ormai ultimati, manca solo il via libera finale dei «collaudatori incaricati di sistemare le opere superficiali» nominati ieri. Altri trentasette parcheggi sono in corso di realizzazione e non dovrebbero presentare problemi. Nessuna marcia indietro nemmeno su due dei progetti più contestati: Sant’Ambrogio e Darsena. «Terminate le procedure amministrative, si faranno. Per Sant’Ambrogio stiamo solo valutando le osservazioni dei saggi. Alla Darsena i progetti di riqualificazione in superficie». Detto dei vecchi, una nuova lista di parcheggi è già in arrivo. A settembre, anticipa Croci, sarà presentato il nuovo piano. Ma per individuare siti e dimensioni si seguirà tutta un’altra strada. «Per evitare problemi e lungaggini, consultazioni preventive con cittadini e sovrintendenze».