Parcheggi gratis per le future mamme

Sono 17 le aree di sosta rosa riservate alle donne in dolce attesa vicino agli ospedali milanesi

Alla clinica Mangiagalli manca poco che parcheggino sulla rampa d'ingresso. Le auto spesso intasano via Commenda. Non solo in caso di emergenza. Ma tutti i giorni, anche per le visite programmate e ordinarie. Lo sa bene il direttore sanitario Basilio Tiso, tant'è vero che dalla clinica ostetrica da tempo è stata inoltrata a Palazzo Marino la richiesta di adibire un parcheggio alle donne in gravidanza.
Una richiesta che ieri, anche se non è stato avvertito nessuno della clinica e nemmeno il presidente della fondazione Policlinico, Mangiagalli e Regina Elena, è stata esaudita. E, ovviamente, gradita.
Il Comune ha presentato il parcheggio rosa. Diciassette posti auto gratuiti suddivisi tra cinque ospedali: Mangiagalli, De Marchi, Regina Elena, Buzzi e Macedonio Melloni. Si tratta di aree a disco orario della durata di novanta minuti. Questo il tempo utile valutato dal Comune per consentire alle gestanti di sottoporsi a una visita durante la gravidanza.
Le donne col pancione possono, quindi, stare tranquille, anche perché è impossibile fare i furbi ed occupare questi posti. Non si potranno arrancare scuse e dire di non averli visti. I parcheggi rosa sono, infatti, tali di nome e di fatto: gli spazi sono infatti interamente dipinti di rosa e delimitati da strisce bianche. E come se non bastasse sono indicati anche da pali segnaletici e da disegni ben visibili di donne stilizzate con il pancione.
«Questi parcheggi rosa - spiega l'assessore comunale alla Salute Giampaolo Landi di Chiavenna - sono un piccolo gesto simbolico che, però, nella quotidianità può diventare il segno tangibile della collaborazione della società intera verso il ruolo impegnativo che ha ogni madre.
Si tratta di un segnale di attenzione che tutti i milanesi devono saper cogliere e rispettare per un vivere civile. Se facciamo risparmiare tempo alle mamme nelle loro funzioni quotidiane, aiutandole con i parcheggi, di certo ci ringrazieranno anche i loro bimbi e renderemo la città più umana».
«L'istituzione dei parcheggi rosa - aggiunge l'assessore municipale alla mobilità trasporti e ambiente, Edoardo Croci- fa parte di un insieme di nuove iniziative per una città più vivibile e più amica dei bambini. Una città che offre sempre più servizi per le famiglie. Il progetto a favore delle donne in gravidanza rientra in una politica più ampia attuata dal Comune per le utenze più deboli, tra cui anche la possibilità per tutti i bambini fino a undici anni di viaggiare gratis su tutti i mezzi pubblici, un'altra azione concreta per un Comune attento ai cittadini».