Parcheggiatori abusivi, 40 fermi

È di circa 40 fermi il bilancio della quinta giornata di interventi della task force dei vigili urbani di Roma. La gran parte delle persone fermate sono di nazionalità straniera, soprattutto rom e romeni. Gli interventi si sono concentrati soprattutto nella zona del centro e hanno portato al fermo per accattonaggio di molti minorenni, accompagnati nei centri di accoglienza, e di parcheggiatori abusivi. Il Comune di Roma non ha reso noto il numero preciso dei fermi, degli arresti e della merce contraffatta sequestrata. «Gli interventi continuano perché questa non è un’operazione “tampone” - spiega l’assessore alla Sicurezza Jean-Leonard Touadì -. I vigili urbani si sono concentrati sul racket dei parcheggiatori abusivi, che sono soprattutto italiani. In piazza dei Cinquecento, per esempio, dove ci sono aree di sosta a pagamento, alcuni parcheggiatori obbligavano gli automobilisti a versare un doppio pedaggio». «Gli interventi hanno riguardato anche Fontana di Trevi, piazza di Spagna, via della Conciliazione e via del Corso - aggiunge Touadì -. I vigili urbani hanno anche fermato per accattonaggio alcuni minori che sono stati accompagnati nei centri di accoglienza».
«Mi dispiace che la suggestione mediatica legata alla vicenda dei lavavetri - prosegue l’assessore - non stia rendendo merito alla complessità e ai risvolti sociali di queste operazioni, grazie alle quali è stato possibile sequestrare ingenti quantitativi di merce contraffatta».
«Domani insieme al comandante dei vigili urbani Giovanni Catanzaro - conclude Touadì - ci incontreremo per fare il punto della situazione sulle operazioni portate a termine in questi giorni».