Parcheggiatori abusivi nel mirino dei vigili: uno finisce in manette

Si riteneva il padrone di piazza delle Cinque Scole e da diverso tempo praticava, anche con più o meno velate minacce e intimidazioni, l’esercizio abusivo dell’attività di parcheggiatore. Un italiano di sessantanove anni, nato a Colleferro e residente a Roma, G.C., conosciuto come «Gerardo», spadroneggiava e dettava legge, spaventando chiunque intendesse ribellarsi ai suoi modi da boss. La sua spavalderia e aggressività ha costretto alcuni cittadini a rivolgersi al comandante del Gruppo Pronto Intervento Traffico, Carlo Buttarelli, auspicando un suo intervento. Per questo motivo una pattuglia «civetta» del Gpit è intervenuta in piazza delle Cinque Scole e ha denunciato il soggetto dopo averne verificato l’esercizio abusivo. Alla richiesta di documenti «Gerardo», però, ha cominciato a inveire ferocemente e platealmente nei confronti degli agenti municipali, oltraggiandoli e minacciandoli di morte. La sua reazione si è presto trasformata in una vera e propria aggressione fisica agli agenti, tanto da dover fare intervenire in supporto un’altra pattuglia.
Caricato su un’auto di servizio è stato portato presso la sede del Gpit dove è stato identificato ed è stato arrestato per resistenza e violenza a pubblici ufficiali. Il magistrato di turno, oltre a convalidarne l’arresto, ha disposto il processo con il rito direttissimo. Il comandante Carlo Buttarelli ha dichiarato che tale località sarà ora attentamente monitorata per impedire in futuro a lui o altri soggetti di spadroneggiare.
«Questo arresto è l’ulteriore conferma dell’impegno da parte di tutte le istituzioni nel recupero alla legalità di aree importanti del nostro territorio - ha sottolineato Giorgio Ciardi, delegato del sindaco per le politiche della sicurezza -. Il flagello dei parcheggiatori abusivi, diventati nel tempo sempre più aggressivi nei confronti degli automobilisti, deve essere contrastato con la massima fermezza. Ne va del decoro, dell’immagine e della vivibilità di Roma Capitale». Soddisfazione per l’operazione è stata espressa anche da Dino Gasperini, delegato del sindaco per il centro storico.
Ieri è stato tutto il territorio del I municipio a finire nel mirino di oltre cento agenti del I gruppo. Numerosi gli illeciti riscontrati: 947 violazioni al codice della strada, per lo più doppie file e soste irregolari, parecchi anche gli ingressi fraudolenti dei veicoli nella Z.T.L. Novantanove i controlli nel campo della polizia amministrativa, che hanno portato a sanzionare venti attività commerciali con otto sequestri di merce. Tra i controlli delle attività ricettive, tutte in zona Esquilino, ne sono state riscontrate dieci irregolari. Verificato anche il rispetto delle ordinanze emesse dal Campidoglio in merito all’antibivacco, ai senza fissa dimora, ai lavavetri. Cinque sono stati i parcheggiatori abusivi sanzionati. Non solo repressione, però, anche assistenza: due clochard sono stati trovati in via S. Stefano Rotondo e affidati al Nucleo assistenza emarginati.