«Parcheggio non illuminato e circondato da campi rom»

«Il parcheggio antistante il deposito Atac di Roma nord, limitrofo alla stazione di Grottarossa sulla Flaminia, è completamente privo di illuminazione, in una zona che vede ancora la presenza di numerosi campi nomadi». A sostenerlo, in un comunicato, sono il vicepresidente del consiglio regionale del Lazio di Alleanza Nazionale, Bruno Prestagiovanni, e il consigliere di An alla Provincia di Roma, Andrea Simonelli. «Questa piccola stazione - sottolineano Prestagiovanni e Simonelli - è usata da molti pendolari ed è la fermata prima di Tor di Quinto della tratta ferroviariaria urbana Roma-Civita Castellana. Il parcheggio è usato da molti viaggiatori per lasciarvi le proprie autovetture così come lo usano molti dei circa mille dipendenti del deposito dell’Atac». «Vista la persistente presenza di campi nomadi nella zona - concludono i due consiglieri di Alleanza Nazionale - al fine di evitare che si possano ripresentare casi tragici come quello di Giovanna Reggiani, abbiamo presentato interrogazioni alla Regione Lazio e a Palazzo Valentini affinché si provveda quanto prima all’illuminazione del parcheggio che, così com’è, rappresenta un luogo a rischio per la sicurezza di chi ne fa uso quotidianamente».