«Parcheggio di scambio invaso da roulotte di rom»

«È una situazione sempre più allarmante quella presso la stazione di Villa Bonelli. L’altro ieri due nomadi romeni di 17 e 19 anni, si sono fronteggiati in via della Magliana Nuova a calci e pugni perché uno di loro si voleva impossessare di un telefono cellulare poi risultato già rubato il giorno precedente ad una ragazza romana. Ma sono giorni che sto evidenziando lo stato di insicurezza in cui versa la zona ed ho potuto verificare che hanno ragione i cittadini a segnalarci che il parcheggio di interscambio realizzato dall’Atac per gli utenti della stazione Villa Bonelli in via della Magliana Nuova si è trasformato in un’area di sosta per roulotte di rom e da lì che avvengono aggressioni, furti, problemi connessi con la sicurezza». La denuncia arriva dal capogruppo di An alla Provincia, Piergiorgio Benvenuti, che ha verificato la situazione con un sopralluogo nel parcheggio.
«Poteva essere un importante parcheggio di interscambio per gli utenti della stazione Villa Bonelli - continua - e invece c’è chi lo ha totalmente trasformato, mettendo fuori uso le telecamere di controllo, ha invertito i cartelli di segnalazione del parcheggio, ha bloccato le sbarre d’ingresso all’area, messo fuori uso i dispositivi per il pagamento del ticket e controlla anche di giorno l’area dall’interno di tre mezzi che sono sempre presenti. Intanto vorrei sapere come mai nessuno si sia accorto della mancanza di utenti del parcheggio di interscambio, ma anche mi piacerebbe sapere a cosa era collegata la telecamera di sicurezza se nessuno si è accorto dell’occupazione. Nell’area che la sera si riempie di roulotte di nomadi, si effettuano fuochi all’aperto in un’area posizionata fra i palazzi della Magliana. Le automobili che vengono parcheggiate da ignari utenti della stazione sono a rischio, ma anche i pedoni hanno problemi nel transitare nell’area del parcheggio per raggiungere la stazione, in alcuni casi sono stati insultati ed aggrediti, come risulta, sempre secondo i cittadini, che gruppi di piccoli rom lanciano oggetti e sassi al passaggio dei treni nel tratto fra Villa Bonelli, Magliana e la stazione Trastevere. Presenterò un esposto alle forze dell’ordine al fine di garantire la sicurezza in quel tratto del quartiere». Anche Augusto Santori, vice capogruppo di An in XV municipio, denuncia la situazione dell’area: «C’è ancora uno dei campi nomadi illegali più grandi e degradati di Roma, al di sotto del viadotto della Roma-Fiumicino corre una vera e propria città sotterranea che vive tra cumuli di rifiuti e in condizioni igienico-sanitarie vergognose».