Il parcheggio sfratta la cabina del bus

Un parcheggio privato cancella la cabina di attesa bus in via delle Ginestre. E scoppia la protesta popolare. Sole, pioggia, vento. Gli abitanti della parte alta del quartiere di Staglieno sono costretti ad aspettare l'autobus della linea 49 al suo capolinea in mezzo ad una piazza. Sfidano le intemperie che, lassù, davvero non perdonano. «Una cabina che non doveva mai essere asportata - raccontano Maurizio Uremassi, targato Forza Italia e Mimmo Morabito di An, consiglieri della IV circoscrizione - ma che ovviamente, per ottenere il pagamento dell'urbanizzazione, la giunta di sinistra del Comune di Genova ha deciso di concederne la rimozione, in favore dei posti auto». Una decisione presa oramai da tre anni. Finiti i lavori del parcheggio, ecco che interviene la circoscrizione. L'anno scorso i suoi tecnici si sono recati sul posto.
«Parlano, promettono, promettono e riparlano - continuano i due paladini della Valbisagno - fanno sopralluoghi, assicurano tutti che il “parlamentino” di centro sinistra risolverà rapidamente la situazione e gli utenti del 49 troveranno riparo nell'attesa del bus». Nonostante numerose interrogazioni, ordini del giorno, sollecitazioni da parte dei consiglieri circoscrizionali, della cabina di attesa bus non si sa più nulla! Recatisi negli uffici comunali della Mobilità Urbana Uremassi e Morabito si sono resi conto che il Comune è solo impegnato nella realizzazione delle «zone blu». «Per spillare soldi ai cittadini - dicono - mentre, di sicuro, una cabina di attesa bus di soldi non ne porta e allora chi se ne frega».
Così hanno inviato un ordine del giorno al presidente della IV circoscrizione perché intervenga al ripristino.