Parco Leonardo: firmata l’intesa per la «bretella» con l’autostrada

«Questo accordo che porrà la parola “fine” alle congestioni del traffico nel quartiere Parco Leonardo è il risultato di una efficace collaborazione interistituzionale con il ministro Di Pietro, l’assessore regionale Astorre, l’assessore capitolino D’Alessandro, il presidente dell’Anas Ciucci e, naturalmente, la nostra amministrazione comunale che da molto tempo sollecitava questa soluzione». È quanto afferma il sindaco di Fiumicino Mario Canapini (Udc) in merito all’accordo sottoscritto ieri pomeriggio al ministero delle Infrastrutture con il quale il ministero, la regione, i comuni di Fiumicino e Roma e l’Anas «hanno dato soluzione a un problema che non poteva essere ulteriormente rinviato per i gravi disagi che puntualmente subiscono gli automobilisti e in particolare i cittadini del quartiere». «Nel corso della stessa riunione - spiega ancora il sindaco Canapini - l’Anas ha inoltre manifestato la sua disponibilità, dietro presentazione di un progetto da parte del comune di Fiumicino, ad autorizzare una connessione provvisoria direttamente con l’autostrada Fiumicino - Roma in direzione di quest’ultima». «Con questo intervento non solo gli abitanti potranno tirare un sospiro di sollievo, ma anche gli utenti delle attività commerciali non correranno più rischi di trovarsi in ingorghi di traffico esasperanti», conclude Canapini.
Il protocollo d’intesa firmato ieri prevede la realizzazione del nuovo collegamento viario tra il quartiere «Parco Leonardo» e la viabilità accessoria all’autostrada Roma-aeroporto di Fiumicino, con direzione Roma centro, attualmente in corso di completamento. La nuova opera, lunga complessivamente circa 1,5 km - si legge nella scheda tecnica dell’Anas - risponde all’esigenza di realizzare un veloce collegamento per il traffico proveniente dal comune di Fiumicino e dall’area residenziale e commerciale di Parco Leonardo in direzione del Grande raccordo anulare e del centro di Roma, senza incidere sul traffico da e per l’aeroporto Leonardo da Vinci».
«Con questo accordo - ha dichiarato il ministro delle Infrastrutture, Antonio Di Pietro - dimostriamo ancora una volta la nostra attenzione alle problematiche dell’area romana e il nostro impegno per potenziare e sviluppare la viabilità di accesso alla capitale. Nel giro di poche settimane, con la collaborazione e la buona volontà di tutti i soggetti interessati, abbiamo dato risposta alle esigenze rappresentate dagli enti locali, contribuendo a sbottigliare il nodo di Roma». «Grazie a quest’intesa - ha detto il presidente Pietro Ciucci - l’Anas mette a disposizione degli enti locali il proprio know how e, quale soggetto attuatore, avrà il compito sia di redigere la progettazione esecutiva, sia di seguire tutti gli aspetti relativi all’approvazione urbanistica ed ambientale del nuovo progetto di collegamento».