Parco del ponente costruito con i soldi dell’Unità d’Italia

Undici milioni di euro per cambiare il volto del ponente ligure, costruire 24 chilometri di pista ciclabile (da Ospedaletti a San Lorenzo al mare) all'interno di un parco urbano costiero attrezzato di ostelli e moderni impianti sportivi. Il tutto grazie ai finanziamenti che la Regione ha appena ottenuto nell'ambito delle celebrazioni dei 150 anni dell'Unità d'Italia nel 2011. L'opera rientra nel ristretto gruppo di interventi selezionati dalla Presidenza del Consiglio dei ministri: insieme al parco costiero ci sono il nuovo palazzo del cinema di Venezia, l'auditorium di Firenze, il restauro del Broletto di Novara e il parco Dora nella Spina 3 a Torino.
Gongola Claudio Burlando nel ricordare che «dei 150 milioni di fondi stanziati dal Governo, 11 arrivano a noi per il parco del ponente, consentendoci di completare l'operazione di riutilizzo di parte del tracciato ferroviario della linea Genova - Ventimiglia». Tracciato dismesso dal 2001 dove Area 24 spa si occuperà di costruire il parco urbano. L'operazione prevede il riuso delle ex stazioni di Ospedaletti, Taggia, Santo Stefano al mare da destinare rispettivamente a nuovo municipio, parcheggio interrato (con pista ciclabile sovrastante), sale polifunzionali per eventi culturali e strutture turistico - ricettive sul modello degli ostelli. A Bussana, nel Comune di San Remo, sarà realizzato un parcheggio a raso.