Pardo-Grand Soleil-Dufour salvati da Bavaria

Salvataggio tedesco per il Cantiere del Pardo (azienda nautica forlivese
attraversata da una grave crisi) e per la controllata francese Dufour.
Alla fine l’ha spuntata Bavaria, gruppo leader in Europa nella
produzione di barche a vela

Salvataggio tedesco per il Cantiere del Pardo (azienda nautica forlivese attraversata da una grave crisi) e per la controllata francese Dufour. Alla fine l’ha spuntata Bavaria, gruppo leader in Europa nella produzione di barche a vela. L’attuale proprietà dell’azienda romagnola, il fondo Rhone Capital dell’italo-americano Robert Agostinelli, ha infatti comunicato di avere preferito l’offerta di Bavaria a quella presentata dal fondo «Orlando Italy» guidato da Enrico Ceccato e Paolo Scarlatti. Si tratta di una scelta fortemente sostenuta sia dalle organizzazioni sindacali sia dalla provincia di Forlì-Cesena. Si temeva, infatti, che il passaggio al fondo Orlando fosse ad alto rischio di «operazione spezzatino», con lo smembramento del Cantiere del Pardo (700 dipendenti e circa 100 milioni di debiti). La scelta dell’opzione Bavaria, quindi, offre di fatto maggiori garanzie sui livelli occupazionali grazie a un piano industriale che punta alla nascita di un polo d’eccellenza da integrare nel più vasto panorama produttivo dell’intero gruppo tedesco. Intanto nei prossimi giorni sarà affrontata la complessa chiusura delle trattative in corso con le banche creditrici. Si punta a un accordo il meno pesante possibile quale base per un futuro operativo del cantiere. Il «Pardo» è stato fondato nel 1974 a Bologna per produrre barche da regata di serie capaci di coniugare performance e design. La società è nota al pubblico degli appassionati di vela per il suo marchio «Grand Soleil», ma anche per la francese Dufour, marchio ben posizionato nel mercato della nautica da diporto. Ma ecco i punti salienti del piano industriale proposto da Bavaria: posizionare il gruppo tra i principali player nelle imbarcazioni da diporto di piccole-medie dimensioni, in grado di competere con i leader del mercato mondiale; sviluppare un portafoglio di prodotti che copra tutti i segmenti del mercato attraverso brand complementari (dai modelli low cost alle imbarcazioni di lusso e con elevate performance); bilanciare la penetrazione geografica (Nord Europa e area Mediterranea); fare leva sull’integrazione del network distributivo per valorizzare adeguatamente i diversi brand; creare sinergie industriali, coniugando il know how di Bavaria con il design e le performance delle barche Grand Soleil e Dufour; creare un portafoglio di prodotti adeguato per cogliere le opportunità nei mercati a elevato tasso di crescita. Il progetto d’integrazione prevede il mantenimento delle agttuali strutture produttive, in Italia e in Francia, e delle specificità dei relativi siti, mentre i mezzi finanziari apportati da Bavaria garantiranno la piena operatività dell’azienda. Il progetto, infine, prevede sinergie industriali e distributive, premesse per un incremento dell’attività produttiva.