«Il pareggio non ci piace, non siamo italiani»

da Parigi

«Non siamo italiani, noi non giochiamo per il pari». Raymond Domenech, commissario tecnico della Francia, già squalificato dall’Uefa per le famose accuse non provate al calcio azzurro, continua a «sfottere» gli italiani, rivali nella corsa alla qualificazione per gli europei 2008. Per ottenere la certezza del risultato, alla Francia basterebbe pareggiare nel corso della prossima, ultima partita contro l’Ucraina a Kiev, il 21 novembre. «Noi non siamo abituati a partire con l’idea di pareggiare: vogliamo vincere» è l’altra sua frase. La risposta di Gigi Riva è la seguente: «Siamo proprio contenti che Domenech non sia italiano». Agli azzurri, per concludere, dopo la sconfitta della Scozia in Georgia, basterà per l’appunto un pareggio a Glasgow per ottenere la matematica certezza della qualificazione.