Parenti americani di Elian contestano Barack Obama

New York. La famiglia americana di Elian Gonzalez, il piccolo che fu al centro di una celebre controversia durata mesi tra Stati Uniti e Cuba durante l’amministrazione Clinton, ha contestato Barack Obama a Miami. Un prozio e altri familiari del ragazzo rimpatriato nel 2000 nell’isola di Fidel Castro hanno indetto ieri una protesta nella Piccola Avana di Miami, prima della visita di oggi di Obama nella città della Florida.
Nel 2000, Obama era un parlamentare statale dell’Illinois e non aveva preso parte alla vicenda di Elian. Ma la polemica lo riguarda perché il suo consigliere di politica estera, Greg Craig, aveva difeso il padre del ragazzo che aveva chiesto la restituzione del figlio dai familiari della Florida. In più Eric Holder, che fa parte del gruppo di cacciatori di teste per un candidato alla vice-presidenza, all’epoca era vice-ministro della Giustizia e uno degli artefici del rimpatrio di Elian avvenuto con un raid notturno di agenti dell’Fbi nella casa dei parenti americani.