A Parigi acquisti su Michelin

I dati macroeconomici degli Usa (fiducia dei consumatori e ordinativi dei beni durevoli, in aumento) hanno fatto invertire la tendenza a New York. I tre indici principali hanno chiuso in rialzo, con il Dow Jones che guadagna un’altra frazione nella corsa verso il traguardo degli 11mila punti. Bene il settore delle costruzioni, con Centex e Toll Brothers in crescita dell’1,5%; incerti i grandi magazzini e negativa Google (meno 4%) dopo la galoppata della scorsa settimana. Tra i titoli in rosso, Calpine crolla del 40%, per i timori di avvio dell’amministrazione controllata. I recuperi finali hanno accentuato l’irregolarità dei listini europei, con la flessione maggiore a Londra, penalizzata dal ribasso di Barclays (meno 2,1%); più irregolare Parigi, dove al ribasso di oltre il 4% di Ses Global ha fatto riscontro una crescita di Michelin (più 3,4%) all’annuncio di prossimi aumenti degli pneumatici. A Francoforte ancora realizzata Hvb (meno 2 per cento).