Parigi ai massimi dal 2001

La chiusura di New York non ha impedito alle piazze europee di esordire, nella prima riunione dell’anno, su basi nettamente positive, nonostante l’attività ancora ridotta. Londra guadagna l’1,45%, Parigi l’1,37% e Francoforte l’1,28%. La spinta alla crescita del mercato è venuta ancora dai rumors relativi a possibili scalate azionarie, fin qui però non confermate dai possibili protagonisti di queste operazioni. La Borsa francese ha chiuso con l’indice sopra 5600 per la prima volta dal maggio 2001, con Bnp Paribas in crescita del 2,5%. Sulla piazza britannica si è riaperto il risiko bancario, con interesse di Dresdner Kleinwort per Royal Bank of Scotland ed Hbos. Nella Borsa tedesca brilla Metro (più 5,7%) su voci di un interesse da parte del maggior azionista Haniel di rastrellare l’intero capitale sociale. Bene il commercio al dettaglio, con Aixtron in crescita del 6,3% e ThyssenKrupp che sfiora il 2,8 per cento.