A Parigi balzo di Fimalac

Avvio di settimana su basi calme per le piazze internazionali. A partire da New York, con gli indici, a un’ora dalla chiusura, in territorio negativo rispetto alle chiusure di venerdì (dallo 0,4% del Dj allo 0,3% del Nasdaq). A peggiorare il clima borsistico, il calo di Citigroup (meno 2,2%) alle indicazioni sui minori profitti per l’anno in corso; giù anche 3M, ma cede circa il 5% Mylan Laboratories per effetto di passaggi azionari all’interno della maggioranza. Tra i titoli in vantaggio Maytag che sale dell’11%, per la presenza di protagonisti nella scalata della società, mentre Stanley Works cresce di quasi il 9% per l’acquisto di società europee del settore. In Oriente, chiusa Tokio, perde quota Shanghai, per il calo dei titoli automobilistici. In Europa resiste Francoforte, ma cedono Londra e Parigi. Su quest’ultima piazza impennata di Fimalac (più 16,5%) per la cessione della controllata Facom all’americana Stanley Works. Nella City in calo Itv del 3,4 per cento.