A Parigi brilla Danone

Borse mondiali di nuovo in fase positiva, grazie a una più marcata propensione alla crescita da parte di New York. Gli indici americani (più 0,6% per il Nyse, e più 1,1% per il Nasdaq a un’ora dalla chiusura) riflettono le attese positive dell’intervento di Greenspan sulla situazione monetaria degli Usa, ma anche agli annunci positivi sui risultati trimestrali delle aziende quotate. In crescita di oltre il 3% i colossi Ibm e Merrill Lynch; Caterpillar migliora del 4%, mentre International Paper avanza del 12%, a seguito dello spin off annunciato; in controtendenza Avon, che cede oltre il 13%. Positive in Europa le piazze continentali, grazie alle performance delle aziende alimentari: tra queste la britannica SabMiller (più 11%) all’annuncio dell’acquisizione della rivale sudamericana Enpresal Bavaria, mentre Danone (più 10%) ai rumors di un possibile interesse da parte di Pepsi. Cedenti i farmaceutici, con Glaxo ed Astrazeneca che arretrano di oltre l’1 per cento.