A Parigi crolla Atos Origin

L’andamento delle Borse mondiali è stato condizionato ieri dagli sviluppi della crisi mediorientale e gli indici della piazze europee hanno chiuso tutti in negativo. A Parigi a influenzare negativamente il mercato è stato il crollo di Atos Origin (meno 17,6%), legato a un profit warning sui risultati 2006; giù anche Cap Gemini (meno 5,3%) e Pages Jaunes (meno 5,9%). A Francoforte reazione negativa per il calo di TyssenKrupp (meno 2,7%), per i timori sul mercato dell’acciaio. A Londra crolla Partygaming (meno 17%) sulla scia degli scandali che hanno travolto in Usa società del settore. Buone notizie ad Amsterdam per Heineken (più 3,9%) per le migliori prospettive reddituali. Le preoccupazioni per la crisi in Medio oriente hanno condizionato New York che ieri ha visto tutti gli indici in negativo durante la giornata. In positivo Coca-Cola (più 1,8%); bene United Technologies in crescita di circa il 2 per cento.