A Parigi crollo di Alstom

Il crollo del Nasdaq a New York che a metà giornata perdeva oltre il 3%, ha contribuito a penalizzare le piazze continentali europee, e solo Londra ha potuto chiudere in quasi parità, grazie alla impennata dei titoli minerari: motivo principale del rally l’offerta di Bhp Billiton per Rio Tinto, che ha fatto balzare quest’ultimo titolo di oltre il 21%. Nel settore in crescita anche Anglo American (più 15%, Xtrata (più 10,8%) e Vedanta (più 6,2%). Prezzi in altalena a Francoforte, con sprint per Deutsche Postbank (più 12%) e Tui (più 5%), mentre finiscono in rosso i titoli dell’auto, che risultano realizzati anche a Parigi. Su quest’ultima piazza cresce ancora Eads (più 6,5%), ma crolla Alstom del 7%, nonostante i risultati trimestrali positivi.