A Parigi una via dedicata a Strehler

Una petizione per dedicare un giardino, una via o un campiello di Parigi a Giorgio Strehler per ricordare, l'anno prossimo, il decimo anniversario della sua morte. L'iniziativa è di Attilio Maggiulli, direttore artistico della Comédie Italienne di Parigi che, dal 1974, anno in cui il teatro fu fondato per iniziativa di Strehler, Grassi, Calvino e Becket, porta in scena gli autori italiani. Strehler lavorò nella capitale francese per oltre vent'anni, portandovi più volte l'indimenticabile «Arlecchino» di Goldoni. Sempre a Parigi, Strehler ebbe l'opportunità di creare e dirigere, tra il 1983 e il 1990, il Théâtre de l'Europe à l'Odeon. E il suo modo di far teatro influenzò numerosi registi francesi più giovani come Patrice Chereau o Roger Planchon.