Parigi fa «poker» con Bce, Wto, Bers

Con l’arrivo di Dominique Strauss-Kahn alla guida del Fondo monetario internazionale, la Francia si è, di fatto, impadronita delle organizzazioni economiche internazionali. Un francese, Jean-Claude Trichet, siede alla presidenza della Banca centrale europea. Un altro economista transalpino, Jean Lemierre, è presidente della Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo dei Paesi dell’ex est comunista. Pascal Lamy - guarda caso un francese - è il direttore generale del Wto, l’organizzazione mondiale del commercio. Con «Dsk» nuovo managing director del Fmi , Parigi ha quindi fatto poker.