Parigi incorona Sastre re del Tour de France

Lo spagnolo Carlos Sastre (Csc) ha vinto l'edizione 2008 del Tour de France, mentre il belga Gerdt Steegmans ha vinto allo sprint l'ultima tappa ultima tappa di 143 km da Etampes a Parigi. E' il settimo ciclista spagnolo che trionfa al Tour<br />

Parigi - Lo spagnolo Carlos Sastre (Csc) ha vinto l'edizione 2008 del Tour de France, mentre il belga Gerdt Steegmans ha vinto allo sprint la 21/a e ultima tappa di 143 km da Etampes a Parigi. E' il settimo spagnolo che trionfa nella corsaa tappe francese, il terzo negli ultimi tre anni. Una vittoria costruita da sastreb con la conquista della tappa più spettacolar, difficile e faticosa: quella della mitica Alpe d'Huez e difesa nella tappa a cronometro dall'assalto di Evans.

Esultanza in Spagna Uno spagnolo vincitore del Tour per il terzo anno consecutivo, l'ultimo protagonista dell'età d'oro dello sport iberico, che guarda a Pechino con l'ambizione di arricchire ulteriormente un palmares di primati senza precedenti. A Carlos Sastre, "il 7º magnifico" vincitore spagnolo del Tour de France, AS dedica oggi una copertina a doppia pagina, che celebra l'ultima grande impresa con una gigantografia del corridore nell'atto di tagliare il traguardo con l'indice alzato in segno di vittoria. Ed enumera gli ultimi successi che hanno reso grande lo sport spagnolo: la vittoria delle furie rosse all'Europeo di calcio; Rafa Nadal, numero uno del tennis, che eleva i trofei di Roland Garros e di Wimbledon; Alberto Contandor che bacia la coppa del numero uno del Giro d'Italia e la vittoria della nazionale di basket..."E quello che ci aspetta a Pechino", l'auspicio carico di aspettative per le prossime Olimpiadi.

"...E il Tour per Sastre", esclama Marca, su una foto del ciclista in maglia gialla, che ha dedicato l'impresa al cognato scomparso prematuramente: "Questa vittoria è mia e di Chava Jomenez - afferma il neocampione spagnolo - era il nostro sogno e si è realizzato". "Un 2008 dorato per lo sport spagnolo", titola a tutta pagina il catalano El Mundo Deportivo, nel sottolineare che, perché il successo sia pieno, "mancano la Vuelta de Espana e le Olimpiadi di Pechino". "Il settimo spagnolo sul trono del Tour", titola El Pais, mentre ABC celebra "il superbo esercizio di resistenza" in una corsa a cronometro in cui Carlos Sastre partiva in svantaggio rispetto ai rivali nella classifica generale. 

"Finiremo con l'avere un un ciclismo pulito e io lo sono", titola El Mundo. "La priorità in cui pensare è nella gente perbene che fa di tutto per raggiungere i propri obiettivi, e ce ne sarà sempre di più " afferma il neo campione, che si dice "pronto per affrontare il giorno che ho sempre sognato".