A Parigi soffrono Ppr e Lvmh

Il calo del prezzo del greggio e le incerte previsioni delle società del settore informatico hanno condizionato negativamente il mercato di New York, dove a un’ora dalla chiusura il Dow Jones cedeva lo 0,07% e il Nasdaq lo 0,42%. Nel comparto software per la sicurezza, crollo di Symantec (meno 11%), mentre è proseguito il ribasso del comparto petrolifero, per effetto del calo del greggio. Al Nasdaq cede Cisco (meno 3%), ma cresce ancora Apple (più 2%), e si rafforzano FedEx (più 2,3%) e Ups (più 0,5%) che risentono positivamente del calo del greggio. In calo l’Europa. A Parigi Total ha ceduto l’1%, Vallourec il 2%. Male anche i titoli del lusso Ppr (meno 3,3%) e Lvmh (meno 1,52%). In cima al listino Pernod-Ricard (più 2,44%). A Londra crollano i titoli minerari Antofagasta (meno 3,65%) e Vedanta (meno 3,09%). Giù gli oil BP (meno 1,82%) e Shell (meno 1,1%). A Francoforte in cima al Dax30 Deutsche Post (più 1,59%) .