Parigi, Veolia in recupero

Nuova «frenata» ieri a New York, dove aumentano le preoccupazioni di futuri rialzi dei tassi. Dopo un avvio resistente le quotazioni al Nyse sono ritornate in rosso, e hanno coinvolto blue chip come Juniper Networks (meno 3,5%) e Broadcom (meno 2,1%). Crollo del 9% per Vonage, per denuncia da parte di Verizon di violazione di brevetti. In controtendenza Circuit City, in crescita del 3%, all’annuncio del ritorno in utile. Novità dall’Est asiatico, con il debutto a Shanghai della prima Ipo lanciata in Cina, la Camc Engineering, in rialzo del 332% sul prezzo di emissione. Tutte positive le piazze europee per lo sprint dei tecnologici: Siemens a Francoforte è in crescita del 6,7%, dopo l’alleanza con Nokia (più 3%) che ha trainato Ericsson (più 1,8%); la mancata fusione con Vinci (meno 2,3%) ha favorito il recupero di Veolia, che a Parigi guadagna il 4,2%. Debole il comparto energetico, ma in ripresa le assicurazioni, dove si è distinta Allianz (più 2,7%).