Paris Hilton spunta anche qui Ma la vera sorpresa è Diamante

Ecco che cosa succede. Succede che ormai c’è bisogno di usare la lente d’ingrandimento. E così attenzione al video di Gizelle D’Cole & Diamante: a prima vista salta fuori solo l’ospite, solo Paris Hilton, che è la Lecciso global e qui in Caught up in the rapture recita se stessa: scende da una fuoriserie e sculetta un po’. Stop. Poi arriva Gizelle D’Cole, che canta ma non importa: ha un fisico da top model (e infatti lo era), sfoggia geometrie fisiche da starlette (infatti lo è) e non fosse che è raccomandata da Tommy Mottola (ex capo della Sony ed ex marito di Mariah Carey) lascerebbe tracce solo per la precisione chirurgica di seni e glutei. Però, se si usa la lente d’ingrandimento, poi si vede Diamante, che ha la faccia di Santana nel ’74 ma canta in italiano perché è di Salvador de Bahia ed è cresciuto a Roma dopo essere stato adottato. Durante una vacanza a Miami ha conosciuto il superproduttore Rick Wake che gli ha fatto subito capire che cosa succede: se non hai nulla da dire, sei come Paris Hilton e ti notano subito. Se invece sei bravo, la lente dell’informazione ti rivela per ultimo ma rimani a fuoco più a lungo. Abbia pazienza, Diamante, e tra un po’ obbligherà tutti a notarlo per primo.

GIZELLE D’COLE & DIAMANTE Caught up in the rapture