Parla l’ex Mancini: «José vincerà lo scudetto E Zlatan è pronto per il Pallone d’Oro»

Genova. Roberto Mancini, ieri, sperava di passare inosservato. Difficile visto che si trovava a Genova, patria dell’ex Bimbo d’Oro blucerchiato. Ancora più difficile, poi, nella settimana della sfida tra Inter e Milan. Decisamente complicato, visto il passato, fargli dire anche che nel derby tiferà per la sua ex squadra, ma su chi vincerà lo scudetto l’ex tecnico nerazzurro non ha dubbi: «Il derby è sempre una partita spettacolare ma otto punti di distacco sono tanti. Credo che l’Inter non avrà difficoltà ad aggiudicarsi il campionato, il Milan è troppo lontano». Mourinho, quindi, parte favorito per la stracittadina milanese e Mancini gli disegna attorno una strada tutta in discesa. Merito, soprattutto, di Ibrahimovic. Se il derby è alle porte, infatti, anche la sfida con Cristiano Ronaldo del 24 febbraio assume un fascino particolare. Così Mancini consegna virtualmente all’attaccante svedese il Pallone d’Oro: «Ronaldo ha meritato il titolo, ma credo che Ibra abbia tutte le qualità per vincerlo, del resto con i suoi gol anche quest’anno sta trascinando l’Inter a diventare campione d’Italia».
Nonostante tutto, quindi, è un Mancini pro Inter, anche se l’ex tecnico nerazzurro non crede che l’assenza nel Milan di Kakà potrà agevolare il compito a Mourinho: «Kakà è un giocatore che fa la differenza e per il Milan è una perdita importante ma queste sono partite strane e a volte le assenze così pesanti contano un po’ meno del solito».
Intanto i mesi scivolano via e Mancini preferisce passarli ancora da spettatore. Tanto che l’ex numero dieci blucerchiato gela anche chi lo dà già su una panchina inglese: «Non voglio ancora parlare del mio futuro anche perché per il momento non c’è niente». Insomma, il Chelsea può aspettare: alle porte c’è la super sfida tra Inter e Milan e Mancini non ha dubbi su chi vincerà derby e scudetto. E se lo dice lui...