«Parla con lui» all'Oberdan, la Provincia dà voce agli stalker per combatterli

Domani allo Spazio Oberdan verrà proiettato un video-documentario che fa parlare anche gli uomini autori di violenze contro le donne. «Per superare il fenomeno dobbiamo lavorare anche dal punto di vista maschile, prevedendo azioni politiche e sociali adeguate», spiega Stancari.

Lo stalking e la violenza fuori e dentro le mura domestiche. Allo Spazio Oberdan di via Vittorio Veneto 2 domani alle ore 20.30 verrà proiettato «Parla con lui», videodocumentario di Elisabetta Francia realizzato dall'assessorato alle Pari opportunità della Provincia di Milano. Sottotitolo: dialogare con gli uomini per vincere contro la violenza di genere. E l'obiettivo è infatti quello di combattere la violenza contro le donne cambiando prospettiva, ossia lavorando dal punto di vista maschile. «Dobbiamo prevedere azioni politiche, sociali, culturali e legislative in grado di affrontare prontamente questo dramma. Non vi deve essere più tolleranza nei confronti della violenza, domestica e non», afferma l'assessore Cristina Stancari.
Il documentario, che sarà poi strumento di lavoro per i giovani, per i soggetti che si occupano di violenza, per le forze dell'ordine e per gli operatori dei servizi sociosanitari, prevede l'alternarsi di voci maschili: chi ha commesso violenza (gli uomini «maltrattanti», gli stalker), uomini che per lavoro hanno a che fare con la violenza (avvocati, magistrati, poliziotti), giovani ragazzi che si interrogano sul loro rapporto con le donne. Il video, conclude Stancari, «riporta riflessioni, testimonianze, coreografie, monologhi, percorsi terapeutici, interviste ad esperti per contrastare la violenza sulle donne e per cercare di costruire nuove consapevolezze e nuovi percorsi per ottenere un cambiamento di atteggiamento e di comportamento di giovani e adulti».