Parla tedesco il Nazioni a San Siro Pegasus rompe, Lets Go ringrazia

Alberto Cagnato

da Milano

Il blocco del traffico ha privato il trotter di San Siro di una cornice di pubblico adeguata (meno di 1500 in tribuna) per un convegno di corse di alto livello, imperniato sul «Nazioni» e sul gran criterium. La classicissima milanese per trottatori di ogni Paese ha visto emergere dal primo all’ultimo metro alla media di 1’13“6 il tedesco Lets Go, magistralmente interpretato da Enrico Bellei, il top dei nostri driver. Ma Lets Go deve anche ringraziare la buona sorte: lo scandinavo Pegasus Boko, infatti, si è abbandonato alla rottura a meno di 80 metri dal palo quando stava dando la netta impressione di poter battere di slancio l’avversario. Lets Go, comunque, non ha demeritato la vittoria conquistando subito il comando delle operazioni con 500 metri velocissimi (sul piede di 1’09“6). Poi Enrico Bellei era un maestro nel graduare la corsa, respingendo una bordata del francese Lejacque d’Houlbec. Dopo un chilometro da 1’14“4, Lets Go manteneva la posizione e in retta d’arrivo, sul calo evidente di Lejacque, gli unici a sprintare erano Pegasus Boko, incappato in un inciampone, e lo svedese Malabar Circle As, buon secondo ma proveniente da troppo lontano.
Nel gran criterium exploit dell’eccellente Gilly Lb, capace di dominare Giuseppe Bi nel finale alla media di 1’13“7 (record della corsa).