«Parla ti ascolto» Tour della Colli nei centri anziani

Quando Ombretta Colli è entrata nel centro di aggregazione multifunzionale di via Scaldasole 3, molti anziani non se ne sono neppure accorti. Erano troppo impegnati a ballare. «E’ proprio questo il mio obiettivo - ha spiegato l’assessore alle Aree Cittadine - andare a sorpresa a visitare tutte le strutture delle diverse zone, per ascoltare le esigenze dei cittadini». Il progetto che non a caso si chiama «Parla, ti ascolto», la porterà in tutta Milano: dai centri per i giovani, a quelli per gli anziani. E proprio da questi ultimi, ieri, ha voluto iniziare questo nuovo progetto. «La solitudine è il nemico principale degli anziani e questi centri possono diventare uno strumento importante per aiutarli». A vederli scatenati nei balli di gruppo, infatti, ieri sembravano aver lasciato gli anni di troppo a casa. «Vengo qui la domenica e il giovedì - racconta Laura con i capelli grigi lasciati mossi sulle spalle - prendo i mezzi da Loreto, dove abito». Affezionati e nuovi arrivi, ieri gli anziani non si conoscevano tutti. «È la prima volta che vengo qui, mi ha invitata un amico - racconta Angela che non vuole rivelare l’età ma a vederla con quell’abito colorato non sembra proprio una nonnina vecchio stile -. Non avrei mai creduto di frequentare un posto del genere, ma quando ti senti sola, la possibilità di stare in compagnia ti cambia la giornata». L’assessore lo ha capito: «Vogliamo trovare le soluzioni più adatte per migliorare questi servizi: dal liscio al karaoke, passando per lo yoga e i corsi di informatica. Tutti gratuiti».