Parma cede il 4% di Enìa

Il Comune di Parma ha ceduto il 4% di Enìa, la multiutility nata dall’aggregrazione fra le municipalizzate di Reggio Emilia, Piacenza e Parma, incassando 27 milioni di euro. L’operazione non compromette la quotazione in Borsa della società che resta confermata alla primavera 2007. «Il Comune ha realizzato una vendita condizionata a Finopi, società finanziaria del gruppo Sanpaolo Imi, del 4% del capitale di Enìa, scendendo dal 24,24% al 20,24%», ha osservato il sindaco, Elvio Ubladi.