Parma Conto troppo salato, lo ammazza a fucilate

Gli ha prima scaricato addosso l’intero caricatore della pistola, poi ha infierito sparandogli addosso un colpo di fucile. Ma l’aspetto più incredibile del brutale omicidio avvenuto a Sissa, in provincia di Parma, è il movente che l’ha provocato. Francesco Arona, autotrasportatore di 32 anni, non ha lasciato scampo a Salvatore Miglioto, imprenditore edile siciliano di 41 anni, regolando con sette colpi d’arma da fuoco un conto che gli era parso troppo salato. Arona, originario del Crotonese, si era trasferito da poco in Emilia Romagna e aveva incaricato Miglioto di ristrutturargli la casa. Ma forse i costi finali dei lavori erano saliti troppo e tra Arona e Miglioto c’erano state incomprensioni. Ieri pomeriggio i due si sono incontrati in un parcheggio non lontano da casa di Arona. L’autotrasportatore è arrivato in macchina con la moglie, Miglioto con una dipendente. I due hanno discusso, poi Arona ha preso le armi dall’auto e davanti alle due donne, rimaste nelle rispettive auto, ha freddato il costruttore. Poi è risalito in auto ed è fuggito. Qualche ora dopo si è consegnato ai carabinieri.