Al Parma non bastano tre gol

Udine. Tre bersagli dopo 473’ di sterilità non bastano al Parma per il primo successo della gestione Ranieri. L’Udinese senza mezze misure (9 reti realizzate e 9 incassate, nelle 5 gare della gestione Malesani) è infatti altrettanto fertile: dal «Friuli» tornellato e riaperto ai soli abbonati, esce così un pari da emicrania. Dopo 8’ è già Parma gol: sassata dalla periferia di Budan che trova impreparato De Sanctis. Al 28’ il croato replica e il portiere smanaccia a stento. Di Natale ci prova, ma Bucci è super. Nell’alternanza delle opportunità, Budan fallisce il raddoppio, scaricando sul corpo di De Sanctis in uscita. Ed ecco scattare la nemesi: cross dalla destra e Di Natale incorna comodamente da pochi metri. Nella ripresa Asamoah, subentrato a Iaquinta (frattura dello zigomo, verrà operato in mattinata), centra il palo, poi Paci abbraccia Natali e Di Natale trasforma il rigore. Pirotecnico il finale: al 33’ Parravicini riceve da Rossi e scarica un rasoterra che muore nell’angolino basso. Al 39’ Obodo infilza Bucci con un sinistro dal limite, poi Zapotocny si aggrappa alla maglia di Gasbarroni e Rossi, dal dischetto, sancisce il definitivo 3-3.