Parmalat ancora in rialzo

Finale in lieve rialzo per Piazza Affari, condizionata dall’attesa della decisione della Fed sui tassi. Sul finale il Mibtel ha registrato un progresso dello 0,24% e l’S&P/Mib dello 0,34%. Al centro dell’attenzione continuano a esserci i titoli della scuderia Tronchetti Provera, con Telecom scesa dello 0,52% e Pirelli cresciuta invece dello 0,54%. Il mercato dà sempre più credito al rumor che sia allo studio un’operazione sia industriale che finanziaria tra Telecom-Olimpia e il magnate australiano, Rupert Murdoch. Parmalat (più 3,4%) ha vantato la migliore performance tra le aziende a maggior capitalizzazione, sempre spinta dalla notizia della scorsa settimana sul raggiunto accordo con Bpi (più 0,38%) circa i contenziosi. Il mercato ritiene che questo sia di buon auspicio anche per nuove intese con altre banche come Intesa (più 0,7%), Unicredit (più 0,99%), Capitalia (più 0,2%) e Deutsche Bank (meno 0,22%). In campo energetico, scendono gli elettrici, con Aem a meno 0,25%, ma salgono i petroliferi come Eni (più 0,46%) e Saipem (più 1,21%). Fiat chiude con un più 0,54% beneficiando ancora dei buoni dati sulle vendite in Turchia. Infine, crollo della Juve (meno 5%) dopo la corsa delle ultime sedute.