Parmalat con Pomì torna in Argentina

La Parmalat ha annunciato il suo rientro nel mercato argentino, dove in passato aveva una posizione di leadership nel settore del latte e degli yogurt. Nel corso di una conferenza stampa a Buenos Aires in cui sono stati fra l'altro presentati alcuni marchi campani che saranno distribuiti in Argentina (Pastificio Amato, Caffè Kimbo e D'Amico), Domenico Pierro, amministratore unico della società «One 2 One» ha sottolineato «la forte vocazione internazionale che riporta Parmalat in Argentina». La Parmalat Argentina della gestione Tanzi è stata venduta nel 2004 a Sergio Tasselli, un imprenditore di Buenos Aires, proprietario di una acciaieria e concessionario di una linea ferroviaria. La cessione è avvenuta per il valore simbolico di un euro, con l'impegno di Tasselli a farsi carico dell'indebitamento (70 milioni di pesos, circa 20 milioni di euro) dell'impresa. Quanto a i progetti della Parmalat di cui è amministratore delegato Enrico Bondi, il progetto a breve prevede la distribuzione in Argentina dei succhi e nettari Santal e del passato e polpa di pomodoro Pomì.