Parmalat recupera terreno

Una settimana inconcludente a Piazza Affari, a conferma dello stato di incertezza che regna nel comparto azionario. Il Mibtel è rimasto pressoché invariato, il Midex è migliorato dello 0,65%, mentre l’AllStars è arretrato dello 0,41%. La giornata di ieri si è conclusa con un calo dello 0,2%, mentre l’attività resta limitata a poco più di 3,5 miliardi, un terzo circa rispetto alle punte massime dei mesi precedenti. L’interesse degli operatori è ancora sui titoli energetici, favoriti dai nuovi record del greggio: Saipem è cresciuta di oltre il 3%, Saras dell’1,5%; rafforzamenti marginali si sono avuti per i big del comparto, Eni ed Enel. Affari in netto calo tra i bancari, con realizzi su Intesa, Montepaschi e Pop. Milano, mentre si consolidano Pop. Italiana e Verona-Novara. Stabili gli assicurativi, con Unipol in ulteriore crescita. Tra le blue chip bene intonata Fiat (più 0,7%), migliora Alitalia (più 1%). È ripartita al rialzo Parmalat (più 4%) in attesa dei risarcimenti da parte delle banche. Maglia nera per StM (meno 3,5%) che porta la perdita del semestre a oltre il 22%. Ondeggianti le società di calcio. Da martedì arriverà al listino il titolo Piaggio.