Parmalat va al tappeto

La tormenta legata ai mutui subprime Usa continua a tempestare i listini mondiali e travolge Piazza Affari. Gli indici sono affondati: - 2,28% il Mibtel, - 2,65% lo S&P/Mib e meno 2,23% l’All Stars. Per Piazza Affari si tratta di un salto indietro nel tempo di dieci mesi. Nella seduta, oggetto di scambi molto intesi (quasi 9,7 miliardi di controvalore), ha sofferto tutto il comparto bancario e in particolare Unicredit (-3,59%) e Capitalia (-3,96%). Affonda Fiat, che si sgonfia sotto quota 19 euro e chiude in ribasso del 5,47% a 18,90 euro. Molto male anche Parmalat (-5,51%) e Finmeccanica (-4,89%). L’ondata di vendite non ha risparmiato colossi come Telecom (-2,85) ormai prossima alla soglia degli 1,9 euro o come Eni (-3,84%) ed Enel che ha perso il 2,56%. Tra i pochi a salvarsi Mondadori (+1%), Mediobanca (+0,29% ) e Alleanza Assicurazioni (+0,04%) sono riuscita a mantenere il segno più a fine seduta.