Parmigiano e grana: 7,4 milioni di forme ogni anno

Grana Padano e Parmigiano Reggiano sono i due principali formaggi DOP in Europa. Nel 2007 hanno realizzato un valore di vendite al consumo superiore a 3,3 miliardi di euro. Il gradimento di questi formaggi d’eccellenza è in continua crescita a livello internazionale e le esportazioni nel 2008 supereranno i 500 milioni di euro (di cui oltre 200 milioni nei mercati extra-Ue). Le filiere di questi formaggi Dop sono la spina dorsale della filiera italiana del latte di vacca: oltre il 50% della produzione di latte della Pianura Padana viene trasformata in Grana Padano e Parmigiano Reggiano. Dati base: una forma pesa da 30-40 kg; per un kg di formaggio servono 16 litri di latte.

GRANA PADANO Produzione 2007: 4,3 milioni di forme, con un -2% rispetto al 2006. La produzione è così ripartita: 42% dalle Industrie e 58% dalle Cooperative. Da alcuni anni è stata introdotta la tipologia Grana Padano Riserva (stagionatura oltre 20 mesi): nel 2007 sono state marchiate Riserva 136.336 forme (segmento in crescita). L’export di Grana Padano ha raggiunto quota 25% della produzione totale e nel 2007 l’export è cresciuto del 6%. Export 2007: 1.164.487 forme (+ 6,2%). Mercati esteri principali (Germania 22% dell’export; Stati Uniti 12%; Svizzera 10%).
Aree geografiche del Grana Padano: Mantova, Brescia, Cremona, Piacenza e Vicenza.

PARMIGIANO REGGIANO Forme prodotte nel 2007: 3,1 milioni con una stima del giro d'affari al consumo di 1.460 milioni di euro e una stima del giro d'affari alla produzione (produzione 2006 venduta nel 2007) di 880 milioni di euro. Volume delle esportazioni sul totale prodotto: 18% circa. Sono 445 i caseifici produttori di Parmigiano-Reggiano, 4.291 le aziende agricole che conferiscono il latte ai caseifici, 244.000 vacche che forniscono il latte per il Parmigiano-Reggiano, pari al 15% circa della produzione nazionale di latte