Parola d’ordine degli aquilotti segnare nei primi dieci minuti

Enrica Suzzi

da La Spezia

Senza alcuna certezza per il caso-Ghomsi, ma con la convinzione di poter dare filo da torcere al Genoa per la conquista della prima posizione, lo Spezia si prepara alla trasferta di Fermo, contro la Fermana ultima in classifica, con un solo obiettivo in mente: conquistare quella vittoria in trasferta che manca da oltre sei mesi. Mister Antonio Soda sta lavorando molto sull'aspetto psicologico della squadra, proprio per evitare che l'affrontare una formazione già matematicamente retrocessa possa giocare un brutto scherzo sulla concentrazione.
Aspetto che, certamente, non è invece mancato negli aquilotti nella doppia sfida interna, in tre giorni, contro Genoa e Pizzighettone. Ma il concetto del «stiamo attenti» sembra aver già attecchito nei calciatori.
«Loro ormai giocano solo per divertirsi, e questo può renderci la vita più complicata - dice il capocannoniere del torneo, Max Guidetti - e poi sono tutti giovani che hanno voglia di mettersi in mostra, magari per una riconferma nel prossimo anno. Sarà importante tenere alta la concentrazione».
E se possibile tentare di risolvere subito la gara come accaduto nelle ultime domeniche con Monza, Genoa e «Pice», quando gli aquilotti hanno trovato la via della rete nei primi dieci minuti di gioco, mettendo in discesa il match.
«Ma contro la Fermana abbiamo un avversario in più - rilancia il tecnico Soda - ed è la stanchezza...» Come dire, tre partite in otto giorni ce l'ha anche lo Spezia e mica solo il Genoa, come avevano più volte notato, lamentandosi, i dirigenti rossoblù.
Una formazione, quella bianconera, che affronta quindi la trasferta all'insegna della prudenza. Ma sapendo che il calendario è dalla propria parte e che, negli stessi minuti, il Genoa ha un impegno ostico con il Monza. «Noi più che vincere non possiamo fare», conclude Pietro Fusco, grande protagonista della stagione.
Ed è quello che lo Spezia proverà a fare in tutte e quattro le gare che mancano alla fine del campionato. Per quel che riguarda la formazione, Soda ha ancora dei dubbi legati alle condizioni fisiche di Rotoli, Padoin e Grieco. Rientra dopo squalifica Giuliano. Mancherà Gozegno.