Parola d’ordine: semplificazione e servizi di qualità

Semplificazione e qualità dei servizi. Sono due dei punti di forza con cui Vodafone propone alle imprese «Rete Unica», la nuova offerta di convergenza dei servizi telefonici fissi, mobili, di centralino e Internet. «Le imprese italiane - dice Sabrina Baggioni, responsabile @Office marketing di Vodafone Italia - hanno necessità di comunicazione piuttosto articolate. Vodafone oggi è in grado di far fronte a tutte queste esigenze».
Ma com’è possibile arrivare a una convergenza così spinta? «L’anello fondamentale - spiega la manager di Vodafone - è la possibilità di gestire in modo globale la voce senza necessità di apparati fisici, quali centralini e telefoni da scrivania. Non serve neanche più un costoso centralino: basta un pc per permettere all’operatore di effettuare le stesse operazioni come messa in attesa, passaggio di interni, gestione delle code».
Solitamente un’azienda dispone già di un minimo di infrastruttura al proprio interno: un centralino per la telefonia via cavo, una rete informatica Lan, e un certo numero di terminali mobili. «Non ha molto senso - interviene la Baggioni - che una persona in azienda abbia un numero di interno per la scrivania e un numero mobile: noi razionalizziamo il tutto, portando anche sul cellulare il numero fisso dell’ufficio, con costi azzerati per le comunicazioni tra interni utilizzando la rete mobile. Nei casi di postazioni in cui è necessario un telefono da scrivania, installiamo dei telefoni digitali che utilizzano la rete informatica per le comunicazioni. Ma negli altri casi si passa totalmente sul mobile per semplificare».
Alla base di tutto c’è la cosiddetta Next Generation Network, che integra i benefici delle comunicazioni Ip e delle reti Gsm/Umts. I terminali mobili interagiscono con la rete aziendale via etere, mentre i telefoni da scrivania, i pc dei dipendenti e quello della postazione operatore sono collegati a una Lan. Che a sua volta è collegata, attraverso un singolo router, alla rete intelligente Vodafone in banda larga Xdsl. La stessa che porta Internet alle scrivanie. «Anche da questo punto di vista - conclude la manager - la nostra offerta è veramente all’avanguardia, sia che si tratti di connessioni dati mobili, attraverso la nostra rete Super Umts Broadband (Hsdpa) sia di dati che passano sulla rete Xdsl. Volendo diventare l’unico operatore per le aziende, non abbiamo trascurato nessun particolare, perché le imprese di oggi sono consapevoli di quanto hanno bisogno e di cosa pretendere da un fornitore di servizi».Riccardo Cervelli